Brevi pensieri nella notte di corvi

un archivio tardivo di maree dell'animo

under an April’s end sky shades of 2012 creep into my mind

ed ora, guardo in su
per guardare dentro
e vedo di nuovo un cielo
imperturbabile ancora.
millenni come gocce
d’acqua, nella genesi
spiraliforme del vapore
e del ciclo serpentino
del tempo. qualunque tempo sia.
Geburt & Tode.
Unum in Principio.
e comunque…
rimangono queste nubi.
questo ceruleo dipanarsi e
manifestarsi nell’impossibilità della stasi,
il mio sarebbe un cielo, e non
un fiume s’io fossi un Eraclito
perso nel flusso corrotto del postmoderno.
"it shall all come to pass"
this “shining shining world”
come citerebbe, estetico, A.
la tua tranquillità mi calma
e mi turba assieme, come
bonaccia marina andata a svernare
in porti polverosi di città notturne,
e la brezza oleosa che si respira qui
risveglia la brama lontana
di un eden dei monti.
in questi ultimi giorni
la natura splende.

- 28 aprile 2008

  1. postato da pietroneri